S.O.S. Capelli Secchi e Sciupati - I miei prodotti preferiti

Monday, October 16, 2017
Il titolo di questo post non è stato scelto a caso: lanciare un S.O.S. è esattamente la definizione di ciò che i miei capelli farebbero se potessero esprimersi nell'ultimo periodo. Non ho mai avuto grossi problemi di secchezza o lunghezze sciupate, tranne che nell'ultimo anno e mezzo... Tra colorazioni, shatush e ferro ammetto di averli un po' massacrati. Così mi sono buttata sull'artiglieria pesante e oggi vi parlo dei prodotti più validi che ho provato per nutrire e riparare i capelli secchi, sciupati, sfibrati, maltrattati...Insomma ci siamo capite! :D


Sciampo?
Lo sciampo è il primo step dell' haircare routine, ma in questo post mi soffermerò maggiormente sui prodotti di "trattamento"delle lunghezze, piuttosto che della cute, che varia da soggetto a soggetto, mentre in questo caso si parla di lunghezze aride e sciupate, indipendentemente dalla tipologia di cute :)

Balsami nutrienti e idratanti
Primo step - dopo aver applicato il proprio sciampo preferito - per un recovery coi fiocchi. Tra la miriade di balsami che ho provato, i più validi - a mio avviso - sono il Damage Repairing & Rehydrating Consitioner di Kiehl's, mio balsamo preferito ever e il Balsamo Districante Infusione e Nutrimento di L'Oréal Botanicals. Il primo è un vero e proprio trattamento express per i capelli danneggiati, che funge da impacco veloce prima della maschera, sebbene quando viaggi lo utilizzi anche come maschera vera e propria, vista la sua forte azione reidratante. Non smetterò mai di acquistarlo perchè lo adoro davvero. Ve ne ho parlato anche nel post dedicato ai miei preferiti di Kiehl's. Il secondo è stato un acquisto compulsivo dettato dall'hype per la nuova linea Botanicals di L'Oréal e una piacevole scoperta. È leggermente più denso rispetto al primo, ma agisce ugualmente bene e nutre le lunghezze, sebbene a livello di efficacia sia leggermente meno forte rispetto al balsamo di Kiehl's. Lo uso quando voglio un effetto di mantenimento e li alterno. Per riassumere: se siete all'ultima spiaggia vi consiglio d'iniziare con il balsamo di Kiehl's, se avete una situazione meno critica, il balsamo di l'Oréal è una validissima  (e meno costosa) alternativa.
Maschere
Il prodotto di cui non posso davvero fare a meno quando ho i capelli disastrati è la maschera. Anche in questo caso ne ho provate a bizzeffe, ma davvero poche mi hanno soddisfatta tanto da riacquistarle più volte. La prima, scoperta in Grecia è - neanche a dirlo - di Korres, la Nourishing Hair Mask con mandorla e semi di lino. Questa maschera sembra molto blanda, poichè la consistenza è leggera e morbida, ma poco "densa" e corposa. Tuttavia, una volta applicata, la lascio in posa circa cinque minuti e, sciacquandola via, i capelli restano morbidissimi e districati. Quando i capelli sono nel periodo "buono" la uso anche da sola evitando il balsamo, poiché è davvero ottima e agisce in fretta. Altro trattamento urto è la crema lavante Phytoelixir di Phyto, famosa nel beautyverso, ma a me sconosciuta fino a poche settimane fa, finché non l'ho acquistata cercando un rimedio davvero efficace per i miei capelli inariditi e stopposi. La si può utilizzare in due modi: sui capelli bagnati per un uso "express" e sui capelli asciutti, dividendoli in ciocche e frizionandole man mano, per un trattamento più intenso. In entrambi i casi va tenuta in posa circa cinque minuti e sciacquata per bene. Ha una consistenza particolare, sorprendentemente leggera, tanto che le prime volte ho abbondato con la dose. Il suo effetto non è immediato, almeno al tatto, poiché districa i capelli ma in minima parte. Il vero beneficio lo si nota una volta asciugati i capelli, che risultano morbidi e rinforzati, quasi rinvigoriti. Sebbene sia un trattamento che non li appesantisce, preferisco farlo una volta ogni due/tre settimane, a seconda delle esigenze. Lo adoro e ve lo stra consiglio se volete un trattamento urto per i danni più gravi.
Balsamo senza risciacquo: manna dal cielo!
Da quando (da una vita ormai) ho scoperto questa categoria di prodotto, la mia haircare routine è totalmente cambiata. I balsami senza risciacquo sono una tipologia di prodotto davvero utile, soprattutto se, come me, avete abusato di piastra, phon, ferro e colorazione... E vi occorre un po' d'idratazione extra e protezione dal calore. Tra i balsami senza risciacquo migliori che abbia mai provato c'è quello di Kiehl's, la Strenghtening and Hydrating Hair Oil-in-cream, ottima come impacco senza risciacquo sulle lunghezze e per combattere il crespo e il Balsamo senza risciacquo di Biofficina Toscana, ultimo acquisto della categoria e nuovo preferito. Contiene estratto di kiwi toscano e un mix di vitamine della frutta, ha un profumo freschissimo e una consistenza leggera ma cremosa. Ne basta una noce da applicare sulle lunghezze, va lasciato in posa e poi si può passare allo styling. L'effetto che dona è d'idratazione istantanea e di leggerezza sui capelli; combatte le doppie punte e li lascia morbidissimi. L'unico "difetto" è la quantità di prodotto - 100ml - che nel mio caso, avendo capelli mediamente lunghi e utilizzandolo ogni settimana me lo fa durare un po' poco. A parte ciò, lo trovo un'ottima alternativa (bio) alla crema di Kiehl's.
Styling con protezione
Farò un mea culpa: probabilmente se non utilizzassi il ferro ( o la piastra ) ogni volta che lavo i capelli probabilmente avrei metà dei problemi che ho. Tuttavia, se proprio non se ne può fare a meno (ok, IO non posso farne a meno), con qualche accortezza si può rendere meno pesante la "tortura". Ormai non uso piastra o ferro senza uno spray termo protettivo e tra i migliori in circolazione c'è senz'altro quello di ghd. È un prodotto senza fronzoli, fa quello che dice: protegge i capelli dal calore e ne facilita lo styling. Ghd è cara, lo sappiamo, ma per evitare di bruciarmi ulteriormente i capelli chiudo un occhio perchè ne vale assolutamente la pena. Un'alternativa valida (e più economica), con qualche accortezza, è lo Spray Thermal Protection pre-piastra e piega di NOAH haircare, che vi ho mostrato qui, una sorta di "siero"con provitamina B5 che data la sua consistenza un po' "oleosa" funge anche da idratante, ovviamente senza esagerare per non appesantire il capello.

Quick tip: l'acqua è il primo trattamento
Probabilmente lo saprete già, ma la prima "arma" che abbiamo a disposizione per curare un capello danneggiato è l'acqua. In che senso? La temperatura dell'acqua è fondamentale per il lavaggio. Io stessa non ci credevo, quando mi è stato detto (anni fa, a Milano, da Jean Louis David) per la prima volta. Un getto bollente, oltre a rovinare il capello, sensibilizza la cute e la rende più grassa più velocemente, mentre secca ulteriormente le punte. Da quando uso l'acqua tiepida-calda i miei capelli ringraziano.

Spero di esservi stata utile :) conoscevate questi prodotti? Quali rimedi adottate quando avete i capelli sciupati o secchi?
Fatemi sapere!
Besitoss!!


1 comment:

  1. Questo conditioner di Kiehl's anche per me è un mai più senza. Ho un vero pagliericcio in testa da quando decoloro violentemente!

    ReplyDelete

Grazie di essere passata, leggo ogni singolo commento con piacere e rispondo appena posso ;D Besitoss!!

Powered by Blogger.