Beauty Trends: Korean Skincare Routine & Inspired Products

Chiunque abbia un po' d'interesse nel mondo beauty saprà sicuramente di cosa si parla quando s' introduce l'argomento "skincare coreana". Si tratta della routine di struccaggio/detersione e idratazione del viso in 10 passaggi che prevede l'uso di svariati prodotti, alcune tipologie delle quali ancora poco diffuse e utilizzate in Italia. Mi soffermerò brevemente sui vari passaggi e vorrei mostrarvi i prodotti che ho apprezzato maggiormente e che utilizzo per prendo ispirazione proprio da questa "filosofia" di stampo orientale.
Premetto che i prodotti citati sono adatti alla mia tipologia di pelle e che ciascuno adatta la skincare routine alle proprie esigenze.

N.B. purtroppo, per mancanza di tempo e/o voglia, molto spesso non attuo tutti gli step della skincare routine che andrò ad elencare. Ad esempio detergo il viso con una sola tipologia di struccante, in base all'esigenza della mia pelle in quel momento. Ovviamente i 10 step sono indicativi e non sono tutti obbligatori, sebbene alcuni siano fondamentali, ma lo vedremo di seguito.

1: Detersione - Olio struccante
Primo step nella skincare routine coreana è la detersione con olio struccante. Questa tipologia di prodotto è adatta a rimuovere il grosso del makeup e delle impurità rimanendo comunque delicata sulla pelle. Non è per niente sconsigliabile alle pelli grasse poiché questo tipo di prodotto, contenente olio, previene l'eccessiva produzione di sebo. Tra i prodotti che ho scoperto di questo genere c'è Douglas Sensory make-up remover oil, a base di olio di semi di girasole e olio d' oliva, delicatissimo e super idratante. Un altro prodotto simile è Huîle de Soin Demaquillante di Caudalie, di origine 100% naturale con olio di semi di girasole, di ricino, di mandorla dolce e di estratto d'uva. È anch'esso super delicato ma efficace. Questi oli a contatto con l'acqua si trasformano in un "latte" detergente che coccola la pelle e la rende liscia mentre la strucca.

2: Detersione - Struccante schiumoso
Dopo l'olio occorre pulire la pelle con un detergente schiumoso delicato per togliere eventuali residui del primo step. Trovare detergenti schiumosi e delicati non è così facile, io stessa ne ho provati un'infinità e molto spesso mi lasciavano la pelle pulita sì, ma secca o appiccicosa; tra tutti ho adorato Mousse Nettoyante Pureté di Altearah Bio*, delicata ma efficace, funge da trattamento schiarente che uniforma l'incarnato mentre rimuove le impurità.

Tip: gli "accessori" struccanti - come Clarisonic o Foreo - possono essere molto efficaci per la fase di detersione. Sono utilissimi per pulire in profondità la pelle sostituiscono i classici dischetti in cotone. Ultimamente sto apprezzando molto i Cleansing Pad in silicone di Oh-K!*
In generale questi dispositivi svolgono, oltre all'azione pulente anche una "micro esfoliazione" che prepara la pelle allo scrub vero e proprio.

3: Esfoliazione - Scrub
Lo scrub è la parte che più preferisco della skincare routine coreana, perchè mi rircorda quasi un trattamento da spa. È ormai diventato essenziale nella mia skincare routine e in generale è fondamentale per stimolare il rinnovamento della pelle rimuovendo le cellule morte e affinando i pori e favorendo un migliore assorbimento dei prodotti successivi. Tra gli scrub che amo non posso non citare 7 Day scrub cream di Clinique, i miei amati Face Scrub di Apivita, gli scrub di Korres nelle versioni Gentle e Deep, ma anche il buonissimo (ed economico!) Gommage e maschera esfoliante di Sephora con olio di ricino, jojoba e burro di karité. In base alle esigenze, sulle pelli più delicate è preferibile uno scrub con semi più piccoli o meno concentrati, mentre per un' esfoliazione più profonda occorre uno scrub con semi/granuli più "grezzi" e/o grossi. Da quando ho introdotto lo scrub nella mia skicare routine ho notato un drastico miglioramento nella grana della pelle e nella luminosità dell'incarnato.

4: Tonico (e Acqua Micellare?)
Ammetto di non essere una grande fan dei tonici. Ho sempre snobbato questa categoria di prodotto poiché la ritenevo un po' inutile. In realtà al posto del tonico sono solita usare l'acqua micellare, soluzione che rimuove gli ultimi residui di trucco - intrappolandoli nelle micelle - e prepara la pelle ai prodotti idratanti. I tonici invece sono soluzioni sempre acquose ma con ingredienti/principi attivi concentrati che oltre a rimuovere i residui di trucco svolgono anche un'azione leggermente esfoliante e/o astringente a seconda delle esigenze e del prodotto. Ho provato tuttavia alcuni tonici che mi hanno fatta ricredere sulla potenzialità di questa categoria, tra cui Elemis Balancing Lavender Toner, dal profumo inebriante, che purifica la pelle senza seccarla e Rose Deep Hydration Facial Toner di Fresh, una chicca acquistata in Francia che con i suoi petali ed estratti di rosa lenisce e idrata la pelle. Se invece preferite rimanere sull'acqua micellare, quelle di Garnier - ho provato la versione classica e quella con olio di Argan - sono ottime, così come la Dermaclear Micro Water di Dr Jart+ o la Bioderma nella versione classica Sensibio dal tappo Rosa.

5: Essenza
Questa tipologia di prodotto è sicuramente la meno diffusa in Italia. Le essenze sono un prodotto a metà tra il tonico e il siero: sono infatti liquide come il primo ma concentrate come il secondo e apportano ulteriore idratazione alla pelle, favorendo un migliore assorbimento dei prodotti idratanti. L'unica che ho provato sinora è l'Essenza di Luminosità di Caudalie, che prediligo in combinazione con il mio amatissimo siero Vinoperfect anti macchie (vedi step 6). L'essenza che conoscevo di fama è invece del famoso (e costoso) brand giapponese SK-II e la best seller del marchio.

6: Siero
I sieri viso sono specifici in base all'esigenza della nostra pelle. A dipendenza dello scopo che intendiamo ottenere (illuminare, nutrire, rassodare ecc) cambia anche la consistenza, oltre ai principi attivi. Non ho provato molti sieri nel corso degli anni, ma posso senza alcun dubbio consigliare Vinoperfect Siero anti macchie di Caudalie per le macchie cutanee, il siero Aqua Infini di Galénic* per l'idratazione della pelle secca e il Siero rigenerante Energy Royal Purple di Altearah Bio*, ricco di Omega 3 e vitamine. Ogni siero ha il suo scopo e con esso variano formula e consistenza, ma in generale trovo questa tipologia di prodotto super efficace per massimizzare gli effetti delle creme viso e dell'intera routine.

7: Maschera in Tessuto
Potrei parlare ore e ore di maschere in tessuto ed elencarne un'infinità poiché ne ho provate una marea. Sono uno step "coccola" della routine coreana che solitamente applico una o due volte a settimana prima del siero sulla pelle struccata e detersa. Essendo trattamenti che si lasciano in posa dai 15 ai 30 minuti, gli effetti non sono chiaramente visibili tanto quanto quelli di siero o creme viso. Tuttavia quelle più efficaci possono apportare benefici anche immediati, seppur temporanei. Tra le mie preferite ci sono senz'altro le Rubber Mask di Dr. Jart+, le Maschere viso made in Sephora, le I'm Real di TonyMoly e le Pure Source di Missha. Anche in questo caso, ciascuna maschera è imbevuta di un siero differente in base allo scopo della stessa. Trovo che in generale siano perfette per un momento di relax e per distendere i tratti del viso dopo una giornata pesante.

8 e 9: Contorno Occhi e Crema Idratante
Per anni ho omesso il contorno occhi nella mia skincare, finché mi è stato caldamente consigliato di optare per un trattamento specifico per la zona perioculare, più sottile e delicata rispetto al resto del viso. Ho provato molte creme e gel per gli occhi, ma la mia preferita rimane sempre Creamy Eye Treatment with Avocado di Kiehl's, nutre la zona senza appesantirla troppo. Un altro contorno occhi molto valido è All About Eyes di Clinique, dalla consistenza viscosa, che tendo a utilizzare di giorno poiché ottimo come base trucco.
Potrei soffermarmi a lungo anche sulle creme viso, ma dipendono molto dalla tipologia di pelle, similmente al siero, ma ultimamente ne sto utilizzando diverse a rotazione, contenenti anche spf, il che ci porta allo step 10.

10: Protezione Solare (o Crema Notte)
Le donne asiatiche, si sa, aspirano ad una pelle perfetta, luminosa e senza macchie. Ecco perchè applicano sempre i filtri solari, anche in inverno. Seguendo questo trend ho imparato a badare molto al fattore spf delle creme viso diurne, così sto utilizzando Bioderma Hydrabio Pefecteur spf30* alternandola a Lancôme Rénergie Multi-Lift Ultra* con spf25 o ancora a Clinique Smart Custom-Repair Moisturizer spf15 per la sera o a seconda dei bisogni della mia pelle.
Fattore che differenzia la crema notte da quella giorno è, invece, la consistenza, più corposa e concentrata rispetto ai trattamenti diurni. Tendo infatti ad optare per creme notte un po' più dense o con attivi più concentrati e dalle formule senza siliconi, se possibile, in quanto questi trattamenti agiscono per svariate ore durante la notte.

In generale la skincare routine coreana, se seguita abitualmente e con prodotti specifici per il proprio tipo di pelle, può fare la differenza e apportare dei risultati visibili, con costanza e attenzione. Spero che questa mini guida vi possa essere stata utile e di avervi dato qualche spunto per incorporare nuovi prodotti nella vostra skincare routine.

Conoscevate tutti i passaggi della skincare routine coreana? Fatemi Sapere!
Besitoss!!






*Disclaimer: i prodotti contrassegnati mi sono stati gentilmente inviati a scopo valutativo. Questo non è un articolo sponsorizzato bensì si tratta delle mie personali opinioni.

4 comments:

  1. interessanti questi step anche se anch'io come te, non eseguo quotidianamente tutti i 10 step. Ad esempio lo scrub, lo faccio solo una volta a settimana, ho provato anch'io quello della clinique. Sul tonico continuo ad avere un pò di confusione, e sinceramente anche quando l'ho usato non ho mai visto differenze, anche se forse dipende anche da quale si usa. Bei prodotti comunque, quelli della clinique li conosco bene, perchè è un marchio che uso, sulla khiels ne ho sempre sentito parlare bene ma non ho avuto ancora modo di provare nulla, ma voglio rimediare al più presto! :)

    the smell of friday ☕

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille ^_^ si assolutamente, fare tutti gli step ogni sera sarebbe davvero troppo! Sul tonico concordo, anche io lo guardo ancora un po' con sospetto poichè sono abituata alla mia acqua micellare e lo trovo forse tra gli step meno "fondamentali" personalmente, ma ho letto molte review su tonici considerati "efficaci". I prodotti di Kiehl's sono ottimi, almeno, quelli che ho provato mi sono piaciuti molto (ho un post "brand focus" su kiehl's se ti può essere utile ^_^)

      grazie per essere passata :-*

      Delete
  2. Che meraviglia questo post, ti giuro che mi sono proprio rilassata leggendolo e mi è venuta voglia di farmi una bella maschera!
    Mi sono avvicinata alla skincare coreana da qualche mese e pur non seguendo tutti i passaggi, devo riconoscere che la pelle è già cambiata in meglio. In più un paio di volte a settimana mi dedico un automassaggio anti-age e la differenza si nota, c'è poco da fare.
    Ma sai che i pad Oh-K! stavo per acquistarli l'ultima volta che sono stata da OVS, ma non li ho presi perché non sapevo se fossero validi?!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non sai quanto sia contenta nel leggere che il post ti é piaciuto ed è stato utile *__* grazie infinite! <3 io questa routine la seguo circa due/tre volte al mese a seconda della voglia ( e del tempo xD) ma devo dire che la mia pelle nota la differenza! Soprattutto quando i prodotti sono azzeccati per il tipo di pelle :) i pad in silicone di Oh-K! Sono forse una delle mie ultime migliori scoperte! Non pensavo, ma fanno davvero un ottimo lavoro con lo struccante, il massaggio è piacevole e fa anche da leggera esfoliazione, te li consiglio! ^_^ un bacio!!

      Delete

Grazie di essere passata, leggo ogni singolo commento con piacere e rispondo appena posso ;D Besitoss!!

Powered by Blogger.